C’est la vie, Sélavy

Vernon Sélavy – s/t 7” (Shit Music For Shit People, 2011)

La Shit Music For Shit People è indubbiamente una di quelle etichette che ci piacciono. Poche uscite mirate, studiate a dovere e curate nei minimi particolari: tutte cose riuscite ed interessanti, bocconcini prelibati per chi apprezza le sonorità garage-country-folk-r’n’r.

Non fa difetto il debutto del duo piemontese Vernon Sélavy, alias Vincenzo Marando dei Movie Star Junkies e Roberto Grosso Sategna (Ten Dogs).

Super-duo? Beh, qui l’esperienza c’è e si sente: il 7” raccoglie tre brani dall’atmosfera folk blues rugginosa e dall’andamento suadente, dove l’impronta melodica è sempre ben presente. I nostri fanno filotto pieno, a partire dagli umori desertici di “Apple Seeds”, dove sembra di sentire i concittadini Dead Cat In A Bag (e di conseguenza Tom Waits). Sa di blues elegiaco ed elegantemente scarno la successiva “The River Knows Me”, mentre la conclusione è affidata al soul ed alle note di organo della bella “The Way It Goes”. Non vi aspettate quindi il caos e l’elettricità del gruppo madre di Marando, qui si respira rilassatezza.

Era da parecchio tempo che dovevo ascoltare un 7″ così riuscito: il consiglio è di ascoltarlo sorseggiando una buona birra (o un buon Whiskey, fa lo stesso).

P.S. Plauso particolare alla bellissima copertina disegnata da Matteo dei Mojomatics.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: