Il buio si avvicina

Il Buio – Via dalla realtà (Corpoc, 2012)

Un 7″ per Il Buio, che conferma ampiamente quanto di buono pensavo di loro. Il lato A è una composizione originale che amalgama emo rock, noise, post hardcore e indie, con un effetto straniante e sognante, una specie di disperazione divertita e spiazzante. Nel retro, invece, la band si cimenta con un inno generazionale, ossia la cover di “Inno generazionale per noi sfigati” del bergamasco Caso; questo secondo brano ha un piglio più squadrato e post hardcore dischordiano, ma fa una gran figurona, devo dire – e ti fa anche venir voglia di ascoltarti l’originale. Sarà che mi sto ammorbidendo, ma ho anche quasi apprezzato il cantato in italiano – che è piuttosto screamo, quindi non perfettamente comprensibile, forse è questo il motivo, hehehe…
Per cui: bravi Il Buio, davvero.

Discorso a parte per la confezione. In pratica questo singolo è stato concepito e viene venduto con un packaging a scatola di cartone ondulato, con una serigrafia a tre colori. Dalle foto sembra molto bella davvero, però non ho modo di darvi ulteriori dettagli: questo perché ho acconsentito a farmi inviare il disco senza confezione, visto che mandarlo completo a tutti non era cosa, per motivi di costi… beh è un peccato davvero, perché il 7″ così come ce l’ho io è bello da sentire, ma si presenta come un 45 giri da juke box senza copertina comprato al mercato delle pulci.

// Il Buio – Via dalla Realtà from Who Cares Photo on Vimeo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: