Un mezzo genio all’ombra dei Ramones

Skinny Bones & The Gonedaddys – Shot My Tv (Nicotine, 2009)

Alberto della Nicotine è un grande; e non solo perché mi manda sempre i dischi della sua etichetta. È un grande perché malgrado tutto continua a credere nel fottuto r’n’r e si sbatte in ‘sto Paese tatangelato nel diffonderlo senza paraocchi, preclusioni e infantili settarismi (altro…)

Annunci

Richie Ramone contro Golia

halfway.jpg Il batterista dei “fratellini” Ramone tra il 1983 e il 1987, ovvero il buon Richie Ramone, si era imbarcato in una causa legale contro i curatori del lascito di Johnny Ramone, Wal-Mart, iTunes di Apple e altri: il motivo di questa sfida tipo Davide contro Golia erano le royalties su sei pezzi che Richie avrebbe scritto durante la sua militanza nella band.

Il verdetto (arrivato pochi giorni orsono) è stato negativo, dato che secondo il giudice il contratto firmato da Richie all’epoca prevedeva l’utilizzo delle registrazioni e il loro sfruttamento anche tramite tecnologie ancora da sviluppare (e quindi il download e la rete).
Insomma, la classica fregatura a cui chiunque abbia mai lavorato nel campo dell’intrattenimento deve sottostare: si firma la cessione per lo sfruttamento tramite mezzi di diffusione correnti e futuri.

I pezzi incriminati, firmati appunto anche da Richard Reinhardt, sono: “Smash You,” “Somebody Put Something in My Drink,” “Human Kind,” “I’m Not Jesus,” “I Know Better Now” e “(You) Can’t Say Something Nice”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: