Sadico on the rocks

the-sadeThe Sade – II (Kornalcielo/Go Down)

I padovani The Sade all’impatto visivo (almeno per quanto concerne il promo ricevuto) ricordano immediatamente i Mentors dei tempi d’oro. Ed è un riferimento intrigante, anche se gravemente scorretto (altro…)

Annunci

Samhain: “Archangel”

Post Misfits, pre-Danzig… un gruppetto indigesto al punto giusto, per intenditori. Questa è l’imprescindibile “Archangel”, live.

Sangue cattivo non mente

deadwoDead Vows – Bad Blood (Refoundation Records, 2009)

Un giorno della settimana appena passata arrivo a casa; mi trascino come un’alga bollita, dopo il solito amatissimo lavoro. Nella cassetta delle lettere ci sono due pacchettini: uno di Area Pirata e un altro con mittente che non conosco. Questo contiene esattamente una mezza dozzina di cd promo targati Refoundation Records.

Sono fuori dal giro dell’hardcore italico e dalla scena da quasi 10 anni ormai e non conoscevo la label, che invece sembra darsi un gran da fare (date un occhio al loro sito). Dei 6 cd nel pacchetto, il primo ad attirare la mia attenzione è questo dei Dead Vows. Nero, molto black metal nella grafica (anche se il coniglione vicino al demone lo rende piacevolmente ironico – sarà intenzionale? Spero di sì). E poi non c’è la solita paginetta di comunicato stampa ad accompagnarlo, quindi la curiosità vince e devo sentirlo subito.

Epperò… mica male. Nonostante di hardcore nuovo proprio non ascolti nulla (sono tragicamente fermo agli anni Ottanta/primi Novanta, lo confesso, da almeno 15 anni), gli svedesoni Dead Vows mi sono piaciuti. Molto metal, una specie di Misfits (periodo Wolf’s Blood/Earth A.D.) miscelati con la violenza e le cadenze dell’hc newyorkese macho, l’ignoranza goduriosa dei Motorhead e un po’ di sano sperimentare alla Black Flag ultimo periodo. I suoni sono modernissimi, ma l’anima è – fortunatamente, per me – più old school.

Un disco che fa scattare la scintilla del pogo anche in un ex come me. Tutti nel moshpit con Satana: ogni tanto fa bene ricordarsi di certe sensazioni dimenticate…

Samhain – un disco per l’estate

Ecco una performance live di un brano tipicamente balneare, a firma Samhain. Si tratta di “Archangel“: sentite il sapore di spiaggia,  granite, crema solare, passeggiate sul lungomare. Dopo una dozzina di bombardamenti atomici.

Upset Noise 1990

Direttamente dal 1990, gli indimenticati Upset Noise nel clip di “No One Knows, No One Will“. Ma quanto è Danzig il buon Lucio?

Misfits… so what?

misfitsgroup.jpgUna decina d’anni fa – o poco più – sarebbe stata una notizia da fibrillazione (come in effetti fu, all’epoca), ma il ritorno dei Misfits sui palchi nostrani ormai è quasi un appuntamento come il Festival dell’Unità: sappiamo che ogni anno arriva… a volte anche più di una volta nella stessa annata, a onor del vero, nel caso Misfits – ovviamente nella loro incarnazione Danzig-free.
Ironia a parte, Jerry Only e Robo, ovvero ciò che resta dei Misfits, con l’aiuto di Dez Cadena (ex Black Flag), faranno un paio di date in Italì. Questi gli appuntamenti:
25/04 Trezzo D’Adda (MI) @ Live Club
26/04 Cesena @ Vidia

Per info: www.myspace.com/getsmartagency e www.getsmartagency.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: