Brian Jonestown Massacre… free!

bjm2.jpgBrian Jonestown Massacre – My Bloody Underground (free download)

Come già anticipato ai blackmilkers più attenti, questo album è stato rilasciato in download gratuito prima di una pubblicazione ufficiale per la A Records, etichetta di proprietà di Anton Newcombe, che dei BJM è fondatore e unico membro stabile. Non è ancora chiaro se questo pacchetto contenga un mix definitivo o meno, ma il succo c’è… e ha anche un buon sapore.

My Bloody Underground, come nome di battesimo, è una mescola pericolosa di My Bloody Valentine e Velvet Underground. L’infuso sonoro presentato da Newcombe e dai suoi “sei personaggi in cerca di cervello” (perso da qualche parte nella West Coast) è un altro documento magmatico che vive di oscillazioni ripetitive, stordimento, sfocature e senso di fuga. Viaggiare senza muoversi, sdraiati sul materasso e inondati dalle vibrazioni sonore, per quasi ottanta minuti: My Bloody Underground definsce il trip definitivo secondo i BJM, che in quest’album distillano la carica più acida di tutta la loro lunga carriera. “Dropping Bombs On The Whitehose” materializza lo spirito dei 13th Floor Elevators di “Easter Everywhere”, così come “Infinite Wisdom Tooth – My Last Night in Bed With You”, mentre “Who’s Fucking Pissed in my Well” si regge su bongo e pecussioni, mescolati a chitarre sciamaniche.

Il rumore (sotto forma di spettrale drone) arriva con “Who Cares Why” e “Golden Frost”, l’algido stordimento di “Ljosmyndir” spiazza e apre nuovi e plumbei immaginari alla mitologia dei Brian Jonestown Massacre, mentre “Auto-matic – Faggot for the People” sperimenta le stesse sostanze degli Hawkwind di “In Search Of Space”.
L’oscillazione perpetua è raggiunta nella finale “Black Hole Symphony”: dieci minuti di puro rumore cosmico che non stupirà più di tanto le nostre sinapsi, già ridotte in poltiglia dall’allucinato menu di questo favoloso album.

Charlatans e Brian Jonestown Massacre in free download

the-charlatans.jpgLa politica del free download sembra fare proseliti… dopo il caso Radiohead (che in realtà non è proprio pioneristico), anche i mancuniani Charlatans decidono di rilasciare il loro nuovo album You Cross My Path in maniera integrale e gratuita dal sito della radio inglese XFM.
Per accedere e scaricare il vostro zipfile di musica nuovissima potete fare un salto qui.

Continua invece la stoica politica dei Brian Jonestown Massacre, che rilasciano il loro album My Bloody Underground, di prossima uscita in versione hardware (ovvero su supporto tradizionale) per la A Records di Anton Newcombe, direttamente dal loro sito. I blackmilkers possono impossessarsi del dischetto qui.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: