Tonylamuerte fatto e rifatto

copertina-mondo-muertoVVAA – Mondo Muerto (Hoodooh/Black Nutria/Black Dobro Alliance)

Dopo il bel cd Il tonico caprone (del 2013) e il precedente del 2012, torna Tonylamuerte Onemanbad, ma – ovviamente – lo fa a modo suo. Quindi non con un disco nuovo in cui ci canta e ci suona il risultato dei suoi ultimi sforzi autoriali, ma con un tributo. A se stesso (altro…)

Annunci

Santo & Johnny, Santo Barbaro, Santo subito

SantoBarbaro_GeografiadiuncorpoSanto Barbaro – Geografia di un corpo (diNotte Records, 2014)

[di Manuel Graziani]

Qualche giorno fa mi è capitato di rimettere sul piatto uno dei primi singoli di Santo & Johnny, il celeberrimo “Sleep Walk/All Night Diner” del ’59 a cui mi sono subito abbandonato lasciandomi cullare.
Per assonanza ho pensato al nuovo album dei Santo Barbaro che da circa un mese staziona sopra la piastra per le cassette: posto dove lascio a bagnomaria i cd che mi sono piaciuti per tenerli a portata di mano e orecchie (altro…)

Cervelli ammuffiti

muffeLe Muffe – Penna, tornio e salame (autoproduzione, 2014)

Beat garage fottuto, rabbioso, coi polmoni bucati e la bava alla bocca. Se Gli Avvoltoi o una simile band di neo-beat fosse stata morsa da uno zombie fatto di Cialis probabilmente suonerebbe così (altro…)

Muovi ‘sto culo: intervista a Shake Your Ass Records

syalogo

[di Tab_Ularasa]

Ciao Beppe, raccontaci un pò di te…
Non mi chiamo Capinch. Facevo una fanzine con quel nome e la gente ha cominciato a chiamarmi così, e adesso anch’io mi riconosco sotto quella ragione sociale. Ho una moglie, due figli piccoli che mi chiamano Beppe Capinch e ancora nessun animale domestico da accudire.

Che fai nella vita ?
Procacciatore di anime pie da convertire a satana (altro…)

Banana killer

trioTrio Banana – Kill a Child (2014, Bubca)

Avvertenza: state per leggere l’ennesima recensione griffata Bubca. Ed è l’ennesima recensione bella su Black Milk, dedicata al Trio Banana. Sarà un gomblottoh? Se lo pensate, vi stimo tantissimo, siete dei geni del male. Quindi potete passare oltre. Detto questo… (altro…)

Nessuna pausa a Teramo r’n’r city

cover_WideHips69Wide Hips 69 – Menopause (Area Pirata, 2014)

[di Manuel Graziani]

State per leggere una recensione di parte. Le Wide Hips 69 sono di Teramo come me, siamo amici e negli ultimi tempi ci siamo visti con una certa regolarità per organizzare dei concerti di r’n’r marcio, sporco ma per niente imbecille. Quindi se siete dei piccoli fans della deontologia vi invito a sgrizzare subito via (altro…)

Gesù e i drogati

jesus francoJesus Franco & The Drogas – Alien Peyote (Bloody Sound Fucktory/Valvolare, 2014)

Rock garagioso e psicotico, un po’ rockabilly e un po’ punkabilly. Con un feeling che definirei stile “Il pasto nudo” – quindi evocativo di scenari claustrofobici, tossici, malsani e dalla dubbia sanità mentale (altro…)

Rocking with Lester

lestergLester Greenowski – It’s Nothing Serious, Just Life (Area Pirata, 2014)

Lester molti lo conosceranno per la sua precedente esperienza nei Lester and the Landslide Ladies, ma qui siamo di fronte a un vero e proprio disco solista. Occhio però: non di cantautorato tipo chitarra e voce… questo è un album di puro rock’n’roll punk glam molto British (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: