Lepers and DestroYo had a baby, they called it Centauri

centauriCentauri – s/t (Lepers/DestroYo, 2014)

[di Maicol Brambilla]

Una sera mio cugino è andato là, alla ciclofficina, per aggiustare il freno dietro della bici. Non è più tornato a casa, però ha mandato un paio di sms e ha detto che è su Marte a leccare la schiena dei rospi pieni di radiazioni e a toccare il culo a certe aliene con quattro chiappe. Dice anche che è tutta colpa di questi tizi che suonano e si fanno chiamare Centauri.

Io non ci credevo, dicevo a tutti che era andato a puttane al night di Binasco e lo avevano drogato male per ciulargli il grano. Ma lui non tornava.
Allora ho voluto provare e ho chiesto a questo tizio che conosco, Valentini, uno che rompe sempre le palle con la musica di quelli che non conosce nessuno (per me è perché fanno cagare, lui dice che invece non li conosce nessuno perché sono i più fighi… per me è scemo). Lui mi ha imprestato il disco dei Centauri, che glielo hanno spedito a casa ed era incazzato perché non arrivava e ha dovuto dire al postino che gli bucava tutte e quattro le ruote della Panda se non gli portava ‘sto robo. Vabbè. Me lo ha imprestato.

Ho provato a sentirlo in macchina, ma ho solo il coso delle cassette e non son riuscito. Poi mi sono ricordato che nel computer di mia sorella, quello della tesi, forse i cd si sentono.

Aveva ragione mio cugino mi sa. Questi sono gente che non è normale come noi… magari sono proprio dei marziani e ti rapiscono. Con questa musica ti senti strano, ti parte la zucca come quando ti danno le paste pacco i marocco al parchetto. Si viaggia eccome. Io non me ne intendo tanto perché ho solo i cd del Festivalbar degli anni Novanta e quello dei Queen con 100 canzoni che costava 6,99 euro all’Unieuro, ma secondo me  questo è un cd diverso dagli altri. Diverso strano e diverso speciale. Non lo so se piace a tutti come Vasco, ma niente… io dico che è strano forte e di robe così non se ne sentono in giro.

Poi mio cugino è tornato dopo un mese e mi ha ciulato il cd. Che così Valentini si è incazzato con me anche se volevo dargli quello dei Queen per farmi perdonare. E’ proprio un pirla. Io però il cd dei Centauri me lo ero fatto in mp3, mica sono scemo. Solo che adesso gli mp3 sono nel computer di mia sorella che è pieno di virus e forse deve formattarlo perché non riesce più a fare un beato menga e dice che senza non può laurearsi. Se mi cancella i Centauri gliele faccio venire io quattro chiappe, a calci nel culo.

***************************************************

[di Andrea Valentini]

Due parole a compendio del buon Maicol, uomo di periferia senza macchia e senza paura.
I Centauri sono quasi commoventi: li definirei budget space rock psichedelico… viaggi low cost con droghe casalinghe, per non esplodere a contatto con l’alluvione di merda quotidiano.
Se Ryanair facesse volare le astronavi, i Centauri sarebbero la compagnia che la sbaraglia perché a un terzo del prezzo ti porta in orbita. Ma senza bagaglio, neppure a mano, e a cavallo di un bruco gonfiabile di gomma.
Volete mettere?

Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: