Pordenone la punk

slangSlang For Drunk – I Love The tradition (autoproduzione, 2011)

Che schiaffone, questo cd. Sono una vera sorpresa dalle lande pordenonesi (l’artwork del cd è molto in tema e cita la stranota, ricercatissima, carissima e ristampata compilation The Great Complotto) questi Slang For Drunk, che ci sputacchiano addosso 13 pezzi di punk dalle influenza variegate – ma ottimamente gestite e reinterpretate.

Immaginate un mix di neogarage (Cynics? Ma sì, Cynics), spirito Killed By Death settantasettino e scartavetrante, un po’ di rock’n’roll glam protopounk’n’roll e – perché no – un tocco di hard rock sanguigno (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: