Un intrigante equilibrio precario

the-full-trebleThe Full Treble – Play The Funk (Moquette, 2012)

Arrivano dall’area milanese i The Full Treble, un trio che si definisce – almeno nel profilo Facebook ufficiale – rock. In effetti c’è molto rock nei loro pezzi, di quello sanguigno e muscolare, ma anche tanto punk rock’n’roll e una buona dose di punk melodico.

Il risultato è più che discreto, nonostante gli ingredienti siano di quelli facili a portare al disastro. L’equilibrio è deliziosamente precario, ma a parte un po’ di pesantezza dovuta alla durata (11 brani li ho trovati un po’ lunghi francamente), questa specie di cocktail tra seventies rock, New Bomb Turks, alternative rock anni Novanta, Lookout sound e – perché no – un po’ di Bad Religion regge. E bene. I pezzi sono freschi e ascoltabili, gustosi.

Certo, ogni tanto mi sono trovato a pensare che forse ai The Full Treble farebbe bene prendere un binario più preciso e netto, ossia decidere una direzione unica o quasi e mantenerla… ma mi rendo conto che si fa in fretta a regalare perle di saggezza. Anche perché, oggettivamente, non escludo che sia proprio questa eterogeneità a dare alla band la sua personalità. Io, però, darei un taglio alle cose più complesse… my two cents.

Nulla che vi cambierà la vita, ma qui si sentono la passione, la voglia di suonare e di divertirsi. In poche parole: il rock’n’roll per il gusto del rock’n’roll.

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: