Carogna glassata

carogneLe Carogne – Secondo (autoproduzione, 2013)

Già mi occupai de Le Carogne esattamente due anni fa, in occasione dell’uscita del loro primo cd (e ancora prima come band partecipante alla compilation La Mano).
Ricordo anche che Stefano, il bassista, dopo la recensione mi scrisse, facendomi un semi-cazziatone non troppo implicito perché avevo parlato di rock demenziale e Skiantos e anche di rock alternativo. Presi atto e incassai la rimostranza senza tentare di giustificarmi o difendere la mia posizione: in fin dei conti in queste situazioni c’è sempre un ampio margine di soggettività e non è da trascurare il fatto che a volte, semplicemente, chi scrive sbaglia a farsi un’idea di una band.

Questo secondo cd, dopo un paio di ascolti di fila, alle mie orecchie suona tutt’altro che rock demenziale. E non credo sia un effetto psicologico del cazziatone di cui sopra. E’ un cd molto rock – ovviamente nell’accezione più genuina, non Vasco Komandante Blasco Cocacola! – con influenze variegate dal garage Sixties evocato dalle tastierine perforanti, fino al crossover primi anni Novanta (che emerge in alcune frazioni chitaristiche, in particolare).
Non è certo un disco garage, né punk in toto, questo è poco ma sicuro… qui l’imbastardimento e il meticciamento sono le parole d’ordine (non ho idea di quanto questo accada coscientemente, oppure sia frutto di un semplice stream of consciousness compositivo che frulla suggestioni e influenze varie).
Di sicuro Le Carogne hanno un approccio personale, passionale e distinguibile, questo sì: forse non sono immediatissimi e a tratti risultano spiazzanti, ma come dire… non sempre è un bene sapere già quello che si sta per sentire.

Menzione per il comparto testi: odio l’italiano, è un mio grave limite e l’ho sempre dichiarato. Devo dire, però, che i testi di questo cd hanno un loro fascino amaro, un po’ da reduci e un po’ da rivoluzionari stanchi che comunque non mollano.

Attendo nuovo cazziatone via email.

In fede,

a.v.

Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: