Tritaossa full optional

happy-charlie-thee-oopsThee Oops – Happy Charlie (Slovenly, 2012)

[di Franco “Lys” Dimauro ]

Non so di Charlie, ma io sono felice sì.
Finalmente un disco che fa incazzare i miei vicini e mi rende nuovamente fiero di accogliere le diserzioni quando indìco l’annuale riunione di condominio.

Happy Charlie è il disco che chiude a rapida, ma decisa, mandata (a fare in culo) il 2012, i suoi Lumineers, le sue Santigold, i suoi Of Monsters and Men, i suoi “ritorni d’ oro” (Dylan, Springsteen, Walker, Byrne, Morrison, i Soundgarden, gli Stones, gli Aerosmith, Frusciante) e ti fa dimenticare per un quarto d’ ora che le chiappe della Aguilera e le cosce di Rihanna sono le uniche cose buone che sono passate in tivù.

Happy Charlie è un dischetto di hardcore furente e fumante. Tutto quello che l’emo ha cancellato, gli Oops lo hanno riscritto. Velocità, strafottenza e tanto, tanto chiasso.
Un disco su come sfracellarsi le ossa senza neppure dover salire su un’ auto.
Su come essere fieri di essere incazzati mentre tutt’ intorno continuano a dirti che non ne vale più la pena.

Registrato in una delle loro tante notti brave, a casa di un amico.
Tu porti l’ alcool, loro portano l’ accendino.
Il mondo va a rotoli, come la carta igienica.
Dategli fuoco.

Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: