The sound of Formia

Blood 77 copertinaBlood ’77 – Homeless (Lamette/Aldateodorani Catrecords/Strenght Truh Oi/Skins Rules/Pull The Trigger/Crucified Never Dies/Deny Everything, 2012)

[di Denis Prinzio]

Per fortuna che esistono ancora gruppi come i Blood ’77: gente che suona la propria musica con l’intento ben preciso di diffondere il verbo del rock’n’roll più genuino e bastardo. Purtroppo il loro compito è reso arduo dalla cecità della stampa specializzata e da quella, ancora più miope, dei webmagazine: provate a farvi un giro su Google e vedrete quante recensioni vi appariranno.

Nel nostro piccolo tentiamo di porvi rimedio recensendo il secondo disco dei punk rocker di Formia (non considerando quindi lo split edito quattro anni fa con i Bone Machine). Homeless non molla la presa neanche un secondo, a cominciare dalla doppietta “Endorphynes” e “25 To O”, piuttosto paradigmatiche del sound dei laziali: punk rock ’77 grezzo, frontale e “sleaze” di scuola Damned e Heartbreakers, arricchito con un po’ di zucchero power pop miscelato da Stiv Bators in persona.
La registrazione è diretta, la voce di Simone Lucciola (vecchia conoscenza di Black Milk) roca e grattugiosa il giusto. Insomma, non c’è nulla per cui rimpiangere il precedente Romantic Hotel; c’è il lato selvaggio del rock cazzone (“High On White Spirit”, “Homeless”), ci sono gli omaggi ai maestri (“Neat Neat Neat”, una viziosissima “I Want You” dei Troggs, impreziosita dalla voce e dalla tromba di Emanuela Cavallaro), c’è pure l’ospitata doverosa (Roberto Perciballi dei Bloody Riot sulla spericolata “Whoregasm”).
Non manca neanche l’anthem punk esaltante, quello che ai concerti ti fa alzare braccia e calici di birra; “Cover’d With The Boy’s Blood” è un mid tempo da spaccaossa assolutamente trascinante.

Insomma, per il sottoscritto Homeless è uno dei più bei dischi punk usciti nell’anno appena terminato (forse il più bello); proprio non ne vuole sapere di uscire dal mio lettore.

Advertisements
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: