Giacche alla svizzera

The Jackets – Way Out (Soundflat, 2012)

[di Franco “Lys” Dimauro]

Non so voi, ma io di una raccolta di provini dei Great Society non so che farmene.
Neppure se, come in questo caso, me la vendono come una delle migliori attrazioni del garage punk europeo. Gli svizzeri Jackets, ad esempio, non mi erano piaciuti col disco di debutto e continuano a non convincermi con questo Way Out.

“Gloomy, trashy Garage-Rock with a good deal of 70’s Punk and a bit of psychedelic” recita casa Soundflat. E io invece non riesco a sentire niente di tutto ciò, solo una scontata progressione di accordi beat (la stessa che Jack Torera usa per le sue esibizioni come The Moustache Princess), organo d’ordinanza e le linguacce di miss Jackie Brutsche.
Un disco garage punk non dovrebbe lasciare scampo e invece qui è pieno di vie di fuga, come loro stessi suggeriscono sin dal titolo. Ma io voglio un disco che, una volta dentro, non riesci più a trovarla la via per scappare. Altro che Way Out.

Turn on, tune in, drop out piuttosto.  Andatevi a comprare i dischi dei Morlocks.

Annunci
Articolo precedente
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: