No bullshit

Beatbreakers – Don’t Listen To Their Bullshit (Vololibero, 2012)

Dei milanesi Beatbreakers ci siamo già occupati con gusto in occasione della recensione del loro demo cd e in sede di intervista. Ora, a sorpresa, esce questo 12″ ep (old school 100%: avete presente i cari vecchi extended play, grossi come gli lp, ma che girano a 45 rpm? Ecco, così), con cui la band si presenta al mondo con tutti i crismi dell’uscita ufficiale.

I Beatbreakers hanno scelto di riproporre, ri-registrando tutto ex novo, i quattro brani del cd promo più una quinta composizione – l’opener intitolata “Evil Everywhere”.
Che dire quindi… l’impressione più che buona viene confermata e anche la traccia inedita è in puro spirito Beatbreakers, ossia garage punk/garage revival selvaggio ma mai sguaiato o scassone, con molte influenze e tocchi variegati (dallo psychobilly al rock’n’roll, passando per la wave e il surf).

Interessante anche la copertina, che si distacca dai cliché del genere andando a scomodare e rivisitare il costruttivismo russo dei fratelli Stenberg.

In sostanza, un bel vinilone – peccato solo che se già avete il promo, ci troverete ben poco di nuovo. E la mia preferita resta “Alien”, seguita dalla nuova.

Articolo precedente
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: