Un monolocale alla Bastiglia

No Strings Left – La Prise de la Bastille (New Model Label, 2010)

Un altra uscita per l’attivissima New Model, che stavolta punta sui partenopei No Strings Left, giunti al debutto sulla lunga distanza (dopo un ep).

E ora inizia il difficile… perché, onestamente, in questo album non trovo particolari motivi di interesse e godimento: indie, punk, pop, rock e qualche spruzzo di psichedelia, per un risultato finale che definirei – per usare una dicitura ormai in disuso – college rock.
Il tutto con riferimento colti e/o non del tutto consueti, che culminano in un brano di chiusura dal piglio futurista (per chiudere il cerchio, visto l’intro marinettiano): 12 minuti di rumore, campionamenti, spezzoni live lo-fi e chissà che altro (confesso di non essere riuscito a sentirlo tutto, mi si perdoni la scarsa professionalità).

Il problema è che il tutto scorre via senza lasciare alcuna traccia – né buona, né cattiva. Tragicamente, avrei preferito che i No Strings Left mi facessero davvero schifo, almeno avrei potuto banalmente stroncare il tutto e chiudere la pratica in maniera non indolore, ma netta.
Invece non è così, perché il disco è costruito su brani dignitosi e senza dubbio curati, registrati bene e suonati in maniera convincente. A mancare è la scintilla che colpisca la fantasia, il guizzo che ti fa sentire il formicolio alla bocca dello stomaco e il brivido sulla schiena… come se questi quattro ragazzi avessero tanto ottimo mestiere, ma una capacità di comunicare ancora da raffinare e sviluppare: bravi e impeccabili, ma standardizzati e freddi.

Sarà sicuramente la classica questione di gusti, visto che la band è tutto tranne che sprovveduta. Però un po’ più di sangue, sudore e disperazione gioverebbero – indipendentemente da ciò che piace e non piace… il rock’n’roll non può prescindere da queste faccende, fino a prova contraria.

Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

6 commenti

  1. Indiesucks

     /  settembre 25, 2010

    College rock? Dovresti vederli dal vivo…

    F.T.M.

    Rispondi
  2. nslsquad

     /  settembre 25, 2010

    basta aver sentito mezza volta live i No Strings Left per poter affermare che questa recensione è lontana anni luce dal poter tracciare un profilo della band o dell’album.

    http://www.myspace.com/nostringsleft

    basta dare un’occhiata alle foto per capire quanto sono rock’n’roll

    Rispondi
  3. @Indiesucks: capisco e non ho motivo per non crederci. Ma purtroppo io ho avuto un cd da recensire, non un concerto… e l’impressione è stata quella che hai potuto leggere. Non è ovviamente oro colato, è una semplice recensione. Con i suoi pregi e difetti.

    @nslsquad: idem come sopra. Aggiungo che le foto le ho guardate (il profilo myspace della band è linkato nella recensione) e mi è parso di vedere dei ragazzi normalissimi, simpatici e appassionati a quello che fanno – come tantissimi altri gruppi che si fanno il mazzo come loro. Comunque dalle foto non mi sembra sensato fare recensioni, mi permetto di dire… prima viene la musica. Poi va bene tutto il resto. Ad ogni modo, prendetevela dolce: è solo una cazzo di recensione. Soggettiva, motivata e da mettere nel mucchio con le altre. No?

    Rispondi
  4. La gente che “risponde” alle recensioni non la capirò mai…

    Rispondi
  5. FranTz

     /  settembre 26, 2010

    @ Manweel: troppo concorde.

    Rispondi
  6. Indiesucks

     /  settembre 29, 2010

    E allora il box per i commenti che ci sta a fare? Mistero della fede.
    Ho commentato.
    Ciao

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: