Una mano lava l’altra

VV.AA. – La mano (La mano, 2010)

Una compilation di gruppi accomunati dallo spirito rock’n’roll e dal fatto di essere piaciuti al team La mano, ovvero l’entità illuminata che promuove questa iniziativa e che è decisa a sollevare un po’ di casino nel nome del rock.
Nel complesso devo dire di avere apprezzato molto, anche se – come è normale che accada in questo tipo di operazioni – alcuni brani li avrei evitati a piè pari. Ma è parte del gioco ed è giusto che sia così.

Vediamo nel dettaglio cosa trovate in questo dischetto.

Human Tanga: che dire… probabilmente è imbarazzante più per me che per loro, ma tanto mi facevano accapponare la pelle anni orsono, e tanto mi danno l’orticaria ora. Veramente ragazzi, non so che dire: non siamo fatti l’uno per gli altri. Magari un giorno ci berremo una birra insieme e ci faremo una risata, su queste cazzate. Comunque fanno un rock’n’roll un po’ metallaro, con zero melodia e zero riff memorabili, voce da cattivello e… boh, lasciamo stare. Sorry: sarà colpa mia, di sicuro.

Ex Monroe: forse esageratamente cafoni per i palati più intellettuali, ricordano i Gang Green di Older Budweiser dopo una cura di glam metal. Mi incuriosirebbe sentire un loro disco intero.

The Kelvins: speed punk pestone, aggraziato come un toro ubriaco e infuriato, con qualche vaga eco New Bomb Turks (soprattutto il primo brano).

Haji: un gran bel brano con più di un’eco Stoogesiana (“Stewie & Shotgun”) e uno decisamente hard Seventies punkizzato con un buon tiro, anche se dal riff un po’ bollito e molto sentito.

Bermudas: punk rock’n’roll-roots-rockabilly indiavolato ed encomiabile, che regala due perle davero niente male – una delle quali acustica, a chiudere il disco.

Le carogne: intrigano – ma per non più di un minutino, poi diventano piuttosto molesti, almeno per il sottoscritto – con un garage gravemente meticciato con il rock sperimentale, cantato in italiano.

Noize Commando: punk con marcatissime striature hard/metal e voce da cattivo di b-movie di fantascienza. Sono pericolosamente in bilico tra lo stuzzicante e il kitsch, ma nell’arco di due brani fanno la loro porca figura.

Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

3 commenti

  1. Hi there, cool critic…
    buy this fuckin’ cd and have fun !!!
    Take a look to our Myspace and enjoy…
    Rock’n’Roll!!!

    Rispondi
  2. Ciao Andrea! Qui le Carogne!
    La realtà è che… NOI SIAMO MOLESTI!!! AH! AH! AH!
    Anche noi ci chiediamo cosa c’hanno visto i ragazzi della Mano!

    A questo punto direi che è arrivato il momento che ti inviamo il ns CD!!!
    Carognosissimi Saluti!!!

    Rispondi
  1. Giù le mani… carogna | Black Milk Magazine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: