British rock’n’roll in Sicily

Chamberlain – Good Old Days (autoprodotto, 2010)

C’è tanto sound della terra d’Albione nei siciliani Chamberlain – ma proprio un casino. E’ quasi imbarazzante come, nonostante le radici evidentemente mediterranee e italiane, questi cinque ragazzi abbiano metabolizzato gli stilemi tipici del rock British, quello che parte dal r&b più selvaggio dei primi Stones, passa per la sbornia Sixties della British Invasion e – con un salto spaziotemporale di qualche decennio – ci scaraventa negli anni Novanta con i sussulti brit-pop da classifica.
Certo, il mix non è ancora proprio omogeneo e ci sono sensibili differenze tra un brano e l’altro, come se fossero presi da  dischi diversi appartenenti a band diverse, ma probabilmente è solo una questione di tempo e acquisizione di consapevolezza. O – magari – semplicemente è una scelta e ai Chamberlain piace essere così. Chi siamo noi per giudicare…

Ad ogni modo, in Good Old Days si spazia senza remore nelle aree più pop/commerciali del rock’n’roll made in Britain, con puntate interessanti in quelle più ruvide: e la melodia ruffiana è costantemente dietro l’angolo; anzi, a volte è proprio lì davanti a te, che ti aspetta sfrontata, senza nemmeno nascondersi un pochino.

Se amate il brit-pop meno mieloso, il r&b inglese e la Union Jack non abbiate remore: vi piaceranno.

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

1 Commento

  1. West Coast mon amour | Black Milk Magazine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: