Faz Waltz, il glitter che uccide

fazFaz Waltz – s/t (Tre Accordi, 2010)

Che la Brianza potesse partorire una creatura come Faz Waltz, confesso che proprio non me lo sarei mai aspettato; sarà che sono prigioniero del preconcetto anni Novanta di “Brianza punk rock” (con tutti gli annessi e i connessi, compresa l’orribile stirpe di band cloni dei Ramones, Queers, Screeching Weasel e derivati). Ad ogni modo, tanto di cappello a questo quartetto di glam rock Seventies con venature hard: davvero un dischetto prezioso, filologico e ben concepito.

I Faz Walz, nati nel 2007 come progetto solista e poi mutati in band a tutti gli effetti, sono senza ombra di dubbio discepoli devoti della chiesa di Marc Bolan (e ovviamente dei suoi T-Rex). Ma anche di Gary Glitter, Suzi Quatro, Bowie (incarnazione primi anni Settanta), Mott The Hoople, Slade, Sweet e – ahimè – Queen.

Dico “ahimè” perché al sottoscritto la band di May e Mercury non è mai piaciuta: troppe cianfrusaglie barocche, troppi arrangiamenti orchestrali e pomposi, troppo pathos da teatro. Ma sono gusti personali ovviamente e non tolgono nulla al valore dei Faz Waltz che, soggettività a parte, fanno il loro sporco lavoro alla grande.

Glitter, glam, un tocco di psichedelia ed epicità un po’ burlesque… questi sono gli ingredienti del loro sound – che, per inciso, molto probabilmente li porterebbe a essere immortalati sui vari NME e carrozzone di hype maker di turno, se solo i Faz Waltz fossero inglesi e non italiani. Un bel disco, quindi, che probabilmente qui sarà accolto con la solita indifferenza e faciloneria (del resto l’Italia è una terra che col rock è talmente scema e avara, che non si può pretendere molto… ci vorrebbe la rivoluzione, ci vorrebbe), ma che ci sbatte in faccia i numeri di un grande gruppo.

E, visto che non ci facciamo mancare nulla, beccatevi anche un bel video promo:

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

2 commenti

  1. Grazie di cuore!
    Faz Waltz

    Rispondi
  1. Tweets that mention Faz Waltz, il glitter che uccide | Black Milk Magazine -- Topsy.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: