Gods of Metal 2009, il ritorno dei Crue

blog1-motley-crue.jpgTornano in Italia i Motley Crue. Ebbene sì, i quattro cafoni californiani saranno gli head-liner del prossimo Gods of Metal, in programma il 27 e il 28 giugno allo stadio Brianteo di Monza. Così, dopo l’apparizione di un paio di anni fa, i Crue porteranno in Italì i pezzi del loro nuovo album Saints of Los Angeles e, cosa ben più importante, il loro tamarrissimo repertorio d’annata.

La città brianzola ri-accoglie il festival metal e questo ringrazia con due palchi principali, uno al fianco dell’altro: oltre ai Motley Crue, sabato si esibiranno gli Heaven & Hell ossia i Black Sabbath con Ronnie James Dio, il Riccardo Cocciante dell’heavy metal. Altre band in cartellone, in ordine sparso: Tesla, Epica e Voivod.

Domenica decisamente più classicheggiante: protagonisti indiscussi Dream Theater, poi Blind Guardian, Cynic e il maghetto Paul Gilbert – già chitarrista dei Mr. Big. Sull’altro palco – uno si chiama L Stage, l’altro R Stage – Slipknot, Carcass e Napalm Death per gli amanti delle sonorità più estreme.

Naturalmente, nel corso dei prossimi mesi spunteranno altri nomi che andranno a completare il cartellone del Gods of Metal 2009. Intanto, dal 13 febbraio – per dieci giorni – saranno in vendita biglietti a prezzo speciale: 30 euro al giorno, considerate le cifre in giro ultimamente, davvero conveniente.

Dopo di che, l’abbonamento per entrambe le giornate costerà 75 euro mentre chi volesse godersi un solo giorno dovrà sborsare 45 euro. Tutte le informazioni su www.liveinitaly.com – stay tuned for more heavy metal.

Annunci
Lascia un commento

13 commenti

  1. SikkiNixx

     /  marzo 18, 2009

    Salve…Michele Bisceglia,o come cavolo ti chiami pure,ma come ti permetti di chiamare i motley crue 4 cafoni?..menomale che esistono ancora band come loro,che a 50 anni suonati non si sono ancora svenduti e fanno quello che vogliono,sia on stage che fuori dal palco…ma forse te i motley crue non sai nemmeno chi sono,altrimenti non definiresti i loro vecchi hits come “tamarrissimo repertorio d’annata”…proprio in questi giorni hanno appena finito la seconda parte del tour americano,sold-out ogni sera,e stiamo parlando di mega arene americane da 12000-20000 posti a sera,compresa data al madison square garden di new york…vai a vederti i marlene kuntz o qualsiasi altra pseudo band alternative del cavolo che abbiamo qua in italia,e il rock vero e i motley crue lascialo a chi ne capisce veramente…perchè il rock and roll è una cosa seria….

    Rispondi
  2. Andrea Valentini

     /  marzo 20, 2009

    SikkiNixx… il rock’n’roll è una cosa serissima. Appunto per questo i Motley Crue ci fanno ridere ormai.

    Rispondi
  3. SikkiNixx

     /  maggio 21, 2009

    Andrea Valentini…se i motley crue a te ti fanno ridere è un tuo problema,non vedo perchè li ascolti…e sinceramente non ho voglia di spiegarti quello che hanno fatto e fanno per il rock vero…anche perchè sicuramente te sei uno di quelli che conosce solo girls girls girls e home sweet home (se gli va bene)..quindi non ne vale la pena…non sai quello che ti perdi.

    Rispondi
  4. Andrea Valentini

     /  maggio 22, 2009

    Sikki, carissimo, guarda che i tuoi adorati li conosco piuttosto bene dai loro esordi data la mia veneranda età e gli anni che ho trascorso ascoltando e collezionando musica.
    All’epoca dei primi due dischi – che, tanto per contraddirti, comprai da ragazzino nel 1984 e ancora ho – erano un gruppo di street rock coi controcazzi, poi pian piano sono diventati quello che sono ora e da quasi 20 anni. Patetici.
    E’ un loro diritto ed è anche abbastanza normale visto che hanno la loro bella età e non si hanno 20 anni per tutta la vita.
    Poi pensa e dì quello che vuoi… il problema è che un passato glorioso non giustifica per forza le nefandezze del presente. Per nessun gruppo.

    Rispondi
  5. SikkiNixx

     /  giugno 7, 2009

    Uhm…forse se ci spieghi quali solo le nefandezze del presente magari…dici che sono patetici da 20 anni… ma guarda che i motley crue non sono finiti con Dr.Feelgood(che tra l’altro è un album che tutti osannano,ma che a me piace a metà,sembrano piu come gli schifosi bon jovi che i crue)…i crue negli anni ’90 hanno fatto 2 grandi dischi molto diversi da quello che avevano fatto negli eighties…l’omonimo con john corabi e generation swine,che sono usciti nell’indifferenza generale,se quei dischi li avesse pubblicati un’altra band avrebbe venduto milioni di copie,ci metto la mano sul fuoco… semmai sono diventati patetici con new tattoo,cercando di eguagliare il passato senza riuscirci,infatti subito dopo si sono quasi sciolti…capisco che saints of los angeles messo a confronto ad alcuni loro album storici sia solo un’ombra o poco più,sicuramente non saranno piu quelli di una volta,saranno ancora in giro solo per soldi (come tutte le band storiche),cosi come è evidente che i motley crue attuali hanno dei limiti(basti pensare a vince “panza” neil che quando canta nella migliore delle ipotesi riesci a capire il 40 % di quello che dice e nella peggiore stona come il peggiore cantante amatoriale)…ma almeno sono rimasti fedeli alla loro attitudine.cioè fare quello che vogliono…(poi se vuoi ti faccio una lista di quello che hanno fatto negli ultimi 5 anni,anche in termini di busisness,cose che non ho visto in nessuna altra band della loro stessa caratura storica)… quello che manca al rock oggi è questo,4 cazzoni che se ne fregano di tutto e magari alzano anche il dito medio nelle interviste come facevano loro,invece siamo circondati da finti rockers che solo perchè hanno un tatuaggio pensano di essere gesù cristo,oppure mettono un video su you tube e si sentono delle star…lunga vita ai crue,purtroppo in italia non hanno avuto tutta l’attenzione che meritano,e dopo quasi 30 anni di carriera giudicare questa band sono dall’aspetto prettamente superficiale,dal gossip…è soltanto sinonimo d’ignoranza,lasciate i motley crue a chi è riuscito ad andare oltre le apparenze.

    Rispondi
  6. Andrea Valentini

     /  giugno 8, 2009

    Sì vabbè. Ok. E’ come una discussione tra sordi ormai. Facciamo una cosa: ve li lasciamo i Crue, visto che qui – noi – si bada solo alle apparenze. Teneteveli stretti e buon divertimento con l’allegra brigata.

    Rispondi
  7. SikkiNixx

     /  giugno 9, 2009

    Si vabbè? scusa ma se non ti spieghi è normale che non ci si può confrontare,se mi rendi partecipe del tuo pensiero forse…in giro c’è un sacco di gente a cui piace giudicare qua e la senza avere argomentazioni,troppo comodo cosi…mi sa che forse sei troppo impegnato ad ascoltare i tuoi dream theater,quella si che è musica vera…buon divertimento anche a te allora.

    Rispondi
  8. Andrea Valentini

     /  giugno 10, 2009

    HAHAHAHAHAH sei davvero forte, giuro che mi hai fatto ridere… i Dream T?
    Ma sei proprio un pirla… hai provato leggere Black Milk e hai capito di cosa si parla qua dentro? O hai letto solo questo articoletto perché dentro c’è la chiave di ricerca “Motley Crue”, ed è l’unica che ti attiva i neuroni cerebrali?
    Testina di legno che non sei altro. Fila a casa, a studiare, che è meglio. Tu e i Dream T, che chi se li incula i metallari ipertecnici.
    E scemo io che perdo tempo con te. Addio, bimbomix.

    Rispondi
  9. SikkiNixx

     /  giugno 10, 2009

    Infatti..si vede che non hai nulla da fare,ancora una volta hai sparato solo cazzate senza dire la tua,e in più mi insulti pure (che paura)…che te devo di…come dicono in america,fuck yourself e amen.
    Ps:comunque se cambi idea su quei 4 cafoni fammelo sapere,il biglietto te lo pago io…
    Ps 2:Hai ragione,ho letto questo “articoletto” come lo chiami te (mi sa che non ci credete nemmeno voi in quello che fate),solo ed esclusivamente perchè parlava di motley crue,sai il mio cervello mi permette di occuparmi solo di una band x volta,me li sogno anche la notte…scherzi a parte,io non ho bisogno del tuo blog per scegliermi cosa ascoltare…per cui o parli degli stooges o di jo donatello a me non me ne frega un cazzo,impara a confrontarti con gli altri e scendi dal piedistallo,perchè a quell’altezza la cacca di uccello ci va a nozze…bye.

    Rispondi
  10. Andrea Valentini

     /  giugno 11, 2009

    Finalmente… vai pure.

    Rispondi
  11. Emmanuele

     /  giugno 28, 2009

    Che performance di merda mamma mia!!! Delusione TOTALE io me ne sn andato anche prima che finissero…Basta Motley siete stati dei grandi, vi adoro, ma smettetela di suonare nn ce la fate più….

    Rispondi
  12. michele

     /  agosto 10, 2009

    Sono passato per caso per questo blog e mi sento in dovere di dire un due cosette a SikkiNixx. Tu ad un certo punto fai un discorso un pò strano… infatti parli di rock serio quando parli dei motley.
    Sinceramente penso che i motley senza dubbio sono una band che ha fatto un pezzo di storia della musica essi rappresentavono al massimo quello che era il lato selvaggio dell”american dream” ovvero la triade sesso, droga, e rock n’ roll e in questo senso possiamo dire che essi erano veramente un band rock…ma in realtà il loro essere rock non si esprimeva tanto nella loro musica quanto nel loro atteggiamento nel loro modo di vestire, in una parola di apparire. Tu in un intervento ad un certo punto dici: “invece siamo circondati da finti rockers che solo perchè hanno un tatuaggio pensano di essere gesù cristo,oppure mettono un video su you tube e si sentono delle star…lunga vita ai crue,purtroppo in italia non hanno avuto tutta l’attenzione che meritano,e dopo quasi 30 anni di carriera giudicare questa band sono dall’aspetto prettamente superficiale,dal gossip…è soltanto sinonimo d’ignoranza,lasciate i motley crue a chi è riuscito ad andare oltre le apparenze.”
    Il problema è che i motley, volenti o nolenti, sono famosi principalmente per quello che tu chiami il loro “aspetto superficiale” ma ciò non è dovuto tanto all’ingnoranza della gente in materia di musica ma al fatto che tutto sommato la loro musica non è più che mediocre.
    Sono una band glam metal degli anni ottanta, nel loro genere forse sono stati anche i migliori, ma sicuramente se guardiamo all’intero dell’intero panorama rock dell’epoca c’erano tente altre band che facevano una musica più interessante. Insomma in parole povere penso che se i motley avessero fatto la stessa musica ma si fossero comportati in modo molto più “sobrio” non avrebbero avuto neanche la metà del sucesso che hanno fatto!
    Io quando parlo di vero rock parlo di musica non di immagine se non in minima parte) e mi sembra che tu i motley gli hai un pò sopravvalutati!

    Rispondi
  13. Davide

     /  dicembre 1, 2009

    ah è una news vecchia, ho temuto che ci fossero ANCHE quest’anno! .. hauhauhau

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: