Gregg Kostelic: The Cynics are back

Anno 2003, lo scrivente faceva una e-zine (inviata per posta elettronica) che si chiamava Too Much Junkie Business. Un periodo felice della sua esistenza. Anzi della mia: piantiamola con la terza persona da dissociato. Erano gli anni romani, degli Applicants e di tante altre cose che non vanno raccontate in questa sede.
Ecco quindi, direttamente da Too Much Junkie Business, un’intervista d’annata al chitarrista dei Cynics: Gregg Kostelic.
Godetevi il ripescaggio…

Devo ammetterlo: non mi aspettavo di rivedere un disco dei Cynics negli scaffali dei negozi, se non nella sezione ristampe. Invece siete ritornati dopo quasi otto anni di assenza. Cosa vi aveva portato, a metà anni Novanta, allo scioglimento?
Non ne sono sicurissimo… ma credo che ne avessimo abbastanza e non ci sopportassimo più. Era il momento di prenderci una pausa. E poi la sezione ritmica all’epoca non era più molto coinvolta e partecipe, così l’umore e la situazione generale del gruppo ne hanno sofferto.

Domanda classica: come definiresti il rock’n’roll in tre parole?
Non saprei come riassumerne il succo in poche parole. Direi che è la mia vita.

Ricordo, quasi 10 anni fa, di avere letto una vostra intervista su Mojo Magazine in cui dicevi che a tuo giudizio il vostro miglior album era Rock’n’roll (all’epoca era uscito da poco Get Our Way, se non ricordo male). Lo pensi ancora o con gli anni hai rimesso in prospettiva le cose?
Credo ancora che possa essere così. Ma anche Get Our Way è molto buono (la versione su vinile, però). Ad ogni modo credo che il nuovo disco potrebbe essere il nostro migliore fino ad ora. I primi album erano buoni dal punto di vista compositivo, ma la produzione avrebbe potuto essere molto migliore. In fondo eravamo dei principianti!

Cosa ti ha fatto imbracciare una chitarra per metterti a suonare il rock’n’roll?
Vedere i Beatles all’Ed Sullivan Show il quattro febbraio del 1964 è stato decisamente il momento che ha fatto da spartiacque per me. Avevo cinque anni.

Che strumenti suoni? Ci racconti qualcosa delle tue chitarre?
La Gretsch Tennessean del 1965 è la mia chitarra preferita. Ne ho suonata una finché non mi si è quasi disintegrata tra le mani. Quella che utilizzo ora è una Gretsch White Falcon ed è anch’essa molto bella: mi ci sto trovando molto bene.

I dischi che più ti hanno influenzato, musicalmente…
Blues Magoos Psychedelic Lollipop, Who Sell Out, Electric Prunes Underground, Blue Cheer Vincebus Eruptus, Beatles Revolver e Rolling Stones Their Satanic Majesties… e poi ancora Led Zeppelin II!!! Oddìo, ce ne sono così tanti…

Quale o quali concerti ti hanno lasciato un ricordo indelebile?
Madrid, a Natale del 1994… questo è stato davvero speciale. Abbiamo iniziato a suonare alle 2:30 del mattino e siamo andati avanti per due ore e mezzo! Quando siamo usciti dal club era già giorno e siamo partiti direttamente per la città del concerto successivo. In genere tutti i nostri show in Spagna sono selvaggi e folli…

E’ appena uscito il vostro nuovo album: come lo descriveresti?
Dierei che è un disco che dalla prima all’ultima nota mette bene in chiaro che siamo tornati e siamo pronti a spaccare, così sarà meglio che vi svegliate e vi divertiate con noi! Sicuramente ti lascia con la voglia di averne ancora…

Cosa pensi della scena garage e r’n’r europea? Ti piace qualche gruppo?
Mi piacciono i Kaisers (ed è logico, dato che ho fatto uscire il loro album), i Thanes… mi piace molto del garage europeo e tutti i gruppi che abbiamo fatto uscire su Get Hip o distribuiamo…

C’è speranza di vedervi in Italia?
Sì, stiamo cercando di organizzare delle date per la primavera del 2003
cynbcs.jpg

Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: