No rest for Ian

1856444017_e27f171579.jpgNella notte tra martedì e mercoledì scorso è avvenuto un fattaccio all’insegna della più classica necrofilia rock. Già: è stata rubata la lapide della tomba di Ian Curtis, il leader dei Joy Division morto suicida nel 1980, recentemente celebrato con un film recensito anche in questa sede.

Il macabro furto è avvenuto nel cimitero di Macclesfield; un portavoce dell’amministrazione locale – responsabile della gestione del cimitero – ha confermato che l’area non è mai stata protetta da telecamere a circuito chiuso, quindi non c’è modo di risalire ai ladri con documentazione video. Pare, sempre stando alle dichiarazioni ufficiali, che la pietra tombale non fosse fissata con il cemento, ma con semplice bitume: questo può avere facilitato l’impresa dei simpatici necrorocker.

Annunci
Lascia un commento

1 Commento

  1. di sicuro adesso comincerà l’effetto domino con le altre celebri pietre tombali…corsi e ricorsi….di necrofilia rock and roll!

    qualcuno dovrà pubblicare prima o poi una guida cimiteriale alle salme del rock and roll, mi pare che uscì qualcosa del genere per stampa alternativa, guida ai cimiteri d’europa….

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: